Una falla da chiudere subito su Internet Explorer

Come sapete, lo scorso 8 aprile Windows ha cessato di rilasciare aggiornamenti per XP, il che può mettere a rischio i numerosi computer in tutto il mondo sui quali gira il sistema operativo.
Da quel giorno infatti continuare a navigare espone qualsiasi dispositivo a rischi, mentre il suo uso al di fuori della rete continua ad essere, per quanto sconsigliato, comunque sicuro.

Negli ultimi giorni però a Redmond è stata scoperta una importante e pericolosa falla che riguarda Internet Explorer nelle sue versioni dalla 6 alla 11: per questo motivo è stata rilasciata una patch che, vista la sua rilevanza e considerato che tra il 15% ed il 25% dei computer nel mondo continuano a girare con XP, lo includerà in via eccezionale nonostante in un primo momento ne fosse stato escluso.

Il cambio di rotta la dice lunga sul livello di allerta suscitato da questo “buco”, che invitiamo tutti i nostri lettori utenti Windows a “tappare” quanto prima, semplicemente lanciando Windows Update.

Share and Enjoy

Browser war goes to the movies!

febbraio 4, 2014 da · Lascia un commento
Articolo in: Browser, Social network 

Share and Enjoy

Twitter e facebook sempre più in linea con iOs 7

I due principali social network, Facebook e Twitter, non potevano certo evitare di essere quanto più in sintonia con il sistema operativo dei device Apple, quell’iOs 7 che controlla iPhone ed iPad e che sta raggiungendo livelli di diffusione elevatissimi.
Così anche le apposite app, studiate per far girare al meglio queste reti sociali sui dispositivi mobili di Cupertino fanno in modo da essere accessibili in maniera elementare.

Il primo è stato Twitter, che ha subito modificato il design della sua app per avvicinarsi ad iOs: l’ultimissimo suo aggiornamento si è rivelato molto più veloce ed anche in grado di allargare di molto i propri confini, integrando al meglio tutti i contenuti condivisi.
Non poteva certo restare indietro Facebook, che ha rivisto la sua app per iOs 7 per renderla ancora più in sintonia con il mood di casa Apple.

Dati e valori, contenuti e notizie: tutto diventa oggetto di conversazione e sviluppo in tempo reale, secondo la pratica della social discovery, il miglior modo possibile per essere al passo con i tempi e conoscere subito tutte le ultime tendenze.

Share and Enjoy

Noi siamo browsers!

giugno 28, 2013 da · Lascia un commento
Articolo in: Articoli, Browser, Novità sul Web 

Tra un approfondimento tecnologico e l’altro, per restare sempre aggiornati sulle ultime evoluzioni del web, ci piace anche scherzare tra di noi su questi argomenti, scovando vignette come questa!

La browser war tra Explorer, Firefox e Chrome (per tacere di tutti gli altri) probabilmente non finirà mai, e nemmeno le facili ironie tra gli appartenenti alle diverse fazioni, sempre pronte a prendersi di mira l’un l’altra!

Share and Enjoy

Firefox 25 è quasi pronto

Poco dopo l’estate la Fondazione Mozilla ci accoglierà con un bel regalo: è infatti attesa per ottobre la versione 25 di Firefox, che rivoluzionerà l’interfaccia utente con un nuovo design denominato Australis.

Le sue caratteristiche grafiche prevedono colori più netti, una diversa forma delle schede ed anche la modifica del posizionamento di alcuni elementi.
Passando alle modifiche che coinvolgono anche la funzionalità, abbiamo scoperto ad esempio che la scheda in uso verrà evidenziata molto meglio rispetto ad ora, mentre il menù a pannelli preferito da alcuni utenti sarà spostato sulla destra, imitando in questo Chrome.
Sembra anche che questo nuovo design Australis preveda una nuova area nella toolbar principale dedicata ai cosiddetti add-on, i componenti aggiuntivi che arricchiscono questo browser, rimuovendo quindi la barra ad essi attualmente dedicata.

Chi volesse già sperimentare queste evoluzioni grafiche può installare la versione Nightly UX già disponibile, altrimenti basterà attendere qualche settimana per scoprire questo nuovo passaggio della browser war.

Share and Enjoy

Presto l’antivirus a marchio Google

Tutti conoscono bene i principali nomi nell’ambito della sicurezza informatica quando si tratta di difendersi da malware, spyware e virus in genere. presto però un pezzo da novanta debutterà nel settore, proponendo una nuova protezione che punta alla leadership  basata sulla sua qualità.
Il nome è, nemmeno a dirlo, quello di Google, che da tempo lavora sul suo Content-Agnostic Malware Protection, in codice CAMP.

La principale novità, quella con cui Google punta a differenziarsi dalla concorrenza, è basata proprio su…Google: tutte le necessarie informazioni infatti proverranno dallo stesso motore di ricerca, che le sparerà direttamente al suo browser Chrome attraverso un’apposita estensione che bloccherà la navigazione verso siti archiviati come rischiosi.
CAMP si baserà quindi su una sorta di fedina, derivante proprio dalla reputazione di ogni singolo sito web, e per questo con l’uso combinato di CAMP e di Google si ritiene di poter bloccare una percentuale assai prossima al 100% delle minacce.
Il tutto avverrà senza alcun bisogno che Google ficchi il naso nei dati di navigazione dell’utente.

Si prospetta probabilmente un’alterazione degli equilibri in questo delicato mercato, dove i prodotti a pagamento occupano basse posizioni in graduatoria, e l’unico dubbio attualmente sollevato è legato all’indispensabilità del browser Chrome, il quale sembra essere diventato anche in Italia il primo browser, stando alle statistiche; ma non mancheranno adattamenti ai due concorrenti nella browser war, Firefox ed Explorer.

Share and Enjoy

Chrome 26, modifiche a vista e nascoste

marzo 28, 2013 da · Lascia un commento
Articolo in: Articoli, Browser, Ultime News 

Google ha appena rilasciato la nuova versione del suo browser Chrome, la numero 26, la quale si distingue subito per il suo nuovo correttore ortografico.
Tra le opzioni di Privacy, infatti, sarà possibile scegliere un servizio web che corregga gli errori ortografici, con una funzione analoga a quella già sfruttata su Google Search.
Tale controllo richiede però che Google riceva il testo inserito, di conseguenza anche se l’anonimato è garantito va tenuto presente questo aspetto legato alla privacy.

Altre novità riguardano la versione Windows del browser, che permette di tenere sul desktop collegamenti a diverse configurazioni per accedervi in maniera diretta, mentre una apposita patch è andata a correggere una dozzina di vulnerabilità che erano state rilevate, con un conseguente aumento della sicurezza.

La versione 26, il cui download è impostato come automatico, si presente in forma smagliante per proseguire nella cosiddetta “Browser war“.

Share and Enjoy

Firefox integra Facebook nelle sue schede

Firefox è stato il primo browser ad aprirsi verso un web considerato “social” nella sua interezza.
Con la sua versione 17, recentemente diffusa, ha infatti introdotto delle modifiche denominate social api, degli strumenti che integrano alla perfezione il browser con il social network più diffuso – parliamo naturalmente di Facebook – anche se la Fondazione Mozilla ha già annunciato che presto verranno introdotte api rivolte anche ad altre funzioni e fonti di informazione.

Questa api si presenta come una finestra laterale che consente, senza dover abbandonare la pagina in cui si sta navigando, di ricevere aggiornamenti e news ma anche di chattare.
Si tratta della prima apertura verso questo tipo di web effettuata da un browser, che resta giocoforza il nostro strumento principe per navigare ed interagire con esso.
Non mancheranno di seguire questa strada anche gli altri colossi di settore come Chrome ed Explorer, perchè la rivoluzione è già iniziata per chi desidera restare costantemente connesso ad una fonte.

Share and Enjoy

Il progetto Mozilla per mobile si farà

Se ne era vociferato, ma non erano mai giunte dalla Fondazione Mozilla conferme ufficiali: eppure, il progetto Firefox OS si farà! Il sistema operativo Open Source dedicato ai dispositivi mobili, quello che sfiderà Android e iOS di Apple, sembrava dovesse chiamarsi Gecko ma invece manterrà una denominazione più “familiare”.

La grande novità è rappresentata dal linguaggio Html5: ciò vuol dire che proprio Firefox OS lancerà i dispositivi che potranno sfruttare questa nuova piattaforma, una grande innovazione della quale tutti i maggiori operatori e produttori riconoscono la necessità.
Inoltre, le opportunità Open Source da sempre garantite da Mozilla sembrano riscuotere grossi favori da parte delle aziende, che vedono in esse anche degli strumenti ecosostenibili.
Il primo smartphone con OS Mozilla verrà probabilmente lanciato in Brasile durante il 2013 dalla compagnia Telefonica.

Share and Enjoy

I week-end da leone di Chrome

maggio 29, 2012 da · Lascia un commento
Articolo in: Articoli, Browser, Ultime News 

I dati statistici di StatCounter non sbagliano mai, ed è sufficiente solo fare qualche semplice calcolo e riflessione per analizzarne uno in particolare che riguarda la cosiddetta “Guerra dei browser“.

Stiamo parlando dell’uso dei browser in base ai giorni della settimana, che evidenzia un dato statistico davvero molto curioso: dal lunedì al venerdì infatti Internet Explorer risulta il dominatore incontrastato della scena, con Chrome che mantiene la seconda piazza ma staccato in media di 5/6 punti percentuali. Quando invece arriva il week-end, ecco che Explorer crolla mentre Chrome ha un’impennata, portandosi alla pari e qualche volta anche scavalcando nelle percentuali il re dei browser.

Il dato indica che il browser Microsoft resta ancora uno standard a livello aziendale, con un uso quasi forzato negli uffici, ma a casa, quando al sabato e alla domenica ci si può dedicare alle navigazioni per così dire “personali”e non necessariamente lavorative, la libertà di scelta fa optare molti utenti per il browser di Google.
In ambito privato così quel grande divario praticamente si azzera, come si può riscontrare anche dai leggeri ma ben visibili picchi che vengono toccati nel week-end dal browser Safari, anch’esso molto usato in ambito privato, ma che comunque non sfora mai la soglia dell’8%,

L’ulteriore dato curioso èfornito dall’andamento praticamente piatto e costante di Firefox, stabile poco al di sopra del 24% 7 giorni su 7, ad indicare una continuità d’uso da parte di quella che sembra proprio essere una vera community di utenti, quelli che hanno fatto una scelta di natura quasi “etica” orientata verso la Fondazione Mozilla.

Share and Enjoy

Pagina successiva »

  • CALENDARIO

    giugno 2017
    L M M G V S D
    « mag «-»  
     1234
    567891011
    12131415161718
    19202122232425
    2627282930