Una falla da chiudere subito su Internet Explorer

Come sapete, lo scorso 8 aprile Windows ha cessato di rilasciare aggiornamenti per XP, il che può mettere a rischio i numerosi computer in tutto il mondo sui quali gira il sistema operativo.
Da quel giorno infatti continuare a navigare espone qualsiasi dispositivo a rischi, mentre il suo uso al di fuori della rete continua ad essere, per quanto sconsigliato, comunque sicuro.

Negli ultimi giorni però a Redmond è stata scoperta una importante e pericolosa falla che riguarda Internet Explorer nelle sue versioni dalla 6 alla 11: per questo motivo è stata rilasciata una patch che, vista la sua rilevanza e considerato che tra il 15% ed il 25% dei computer nel mondo continuano a girare con XP, lo includerà in via eccezionale nonostante in un primo momento ne fosse stato escluso.

Il cambio di rotta la dice lunga sul livello di allerta suscitato da questo “buco”, che invitiamo tutti i nostri lettori utenti Windows a “tappare” quanto prima, semplicemente lanciando Windows Update.

Share and Enjoy

Microsoft chiude definitivamente l’era XP

Ci siamo quasi, come era già ampiamente stato anticipato: nel corso del 2014, e precisamente l’8 di aprile, Microsoft manderà in pensione il suo sistema operativo più longevo, quel Windows XP che dal momento del suo debutto nell’estate 2001 ha vissuto anni di onorata carriera, e che ancora oggi risulta installato su circa un terzo dei computer nel mondo, il che la dice lunga sul suo apprezzamento: tuttavia, a partire dall’8 aprile, quando verrà rilasciato l’ultimo pacchetto di aggiornamenti relativo ad XP e contestualmente ad Office 2003, continuare a farlo girare sulle proprie macchine sarà indubbiamente pericoloso.

Questo perché qualsiasi eventuale vulnerabilità rilevata e corretta in futuro sui sistemi operativi più recenti potrebbe essere presente anche su XP, senza ricevere però la relativa patch; ciò significa che l’unico modo sicuro per lavorarci sarebbe non collegarlo mai alla rete, e non collegarlo mai a periferiche di archiviazione potenzialmente “infette”.
Qualcuno in realtà ha ventilato l’ipotesi che questo sia solo un modo “drastico” da parte dell’azienda di Redmond per spingere i sistemi operativi 7 e soprattutto 8, tuttavia, con il livello di sicurezza, compatibilità e stabilità ormai raggiunto sembra del tutto anacronistico specie da parte delle aziende continuare a sfruttare una piattaforma di certo stabile e collaudata ma non più aggiornata, e per la quale non esisteranno più drivers per l’interfaccia con altri tipi di periferiche.

XP
in pensione significa in poche parole la chiusura di un’epoca, probabilmente quella in cui i progressi si sono succeduti a ritmo più serrato fino ad ora, con lo sviluppo delle connessioni veloci e l’aumento esponenziale del numero di internauti.

Share and Enjoy

Da Microsoft a maggio 7 nuove Patch importanti

Durante il mese di maggio Microsoft ha confermato il ritmo di aggiornamenti relativo a Windows 7, introducendo un pacchetto di update composto da 3 patch di livello critico, quello massimo nella scala Microsoft, riguardanti Word, Office, Windows, .NET Framework e Silverlight.

Le vulnerabilità in questione riguardano il rischio di un attacco dall’esterno che può eseguire codice malevolo da remoto, pertanto l’installazione deve essere effettuata con la massima urgenza da tutti gli utenti Windows 7 attraverso lo strumento di Update.
Altre 4 patch riguardanti Office, Visio Viewer 2010, il protocollo TCP/IP e Windows Partition Manager sono invece ritenute importanti, specie per il rischio scalata dei privilegi di amministrazione.
Queste patch, e specialmente la numero 34, vanno a risolvere pericoli concreti già in atto che riguardano nello specifico il famigerato malware Duqu.

Dopo queste patch, Microsoft ha annunciato un nuovo aggiornamento per il 12 giugno.

Share and Enjoy

100 patch tonde nel 2011 per Microsoft

gennaio 3, 2012 da · Lascia un commento
Articolo in: Articoli, Ultime News 

In data 29 dicembre Microsoft ha fatto cifra tonda per quanto riguarda le patch di aggiornamento, rilasciando la numero 100 che ha risolto un problema di vulnerabilità su Microsoft .NET Framework; la minaccia è sembrata abbastanza concreta agli ingegneri di redmond tanto da anticiparne il rilascio, inizialmente previsto per il 2012.

Si tratta quindi di una patch critica, per cui si consiglia l’installazione immediata, mentre il primo bollettino di sicurezza per il 2012 è previsto per il 10 gennaio.

Share and Enjoy

  • CALENDARIO

    luglio 2022
    L M M G V S D
    « mag «-»  
     123
    45678910
    11121314151617
    18192021222324
    25262728293031