Microsoft chiude definitivamente l’era XP

Ci siamo quasi, come era già ampiamente stato anticipato: nel corso del 2014, e precisamente l’8 di aprile, Microsoft manderà in pensione il suo sistema operativo più longevo, quel Windows XP che dal momento del suo debutto nell’estate 2001 ha vissuto anni di onorata carriera, e che ancora oggi risulta installato su circa un terzo dei computer nel mondo, il che la dice lunga sul suo apprezzamento: tuttavia, a partire dall’8 aprile, quando verrà rilasciato l’ultimo pacchetto di aggiornamenti relativo ad XP e contestualmente ad Office 2003, continuare a farlo girare sulle proprie macchine sarà indubbiamente pericoloso.

Questo perché qualsiasi eventuale vulnerabilità rilevata e corretta in futuro sui sistemi operativi più recenti potrebbe essere presente anche su XP, senza ricevere però la relativa patch; ciò significa che l’unico modo sicuro per lavorarci sarebbe non collegarlo mai alla rete, e non collegarlo mai a periferiche di archiviazione potenzialmente “infette”.
Qualcuno in realtà ha ventilato l’ipotesi che questo sia solo un modo “drastico” da parte dell’azienda di Redmond per spingere i sistemi operativi 7 e soprattutto 8, tuttavia, con il livello di sicurezza, compatibilità e stabilità ormai raggiunto sembra del tutto anacronistico specie da parte delle aziende continuare a sfruttare una piattaforma di certo stabile e collaudata ma non più aggiornata, e per la quale non esisteranno più drivers per l’interfaccia con altri tipi di periferiche.

XP
in pensione significa in poche parole la chiusura di un’epoca, probabilmente quella in cui i progressi si sono succeduti a ritmo più serrato fino ad ora, con lo sviluppo delle connessioni veloci e l’aumento esponenziale del numero di internauti.

Share and Enjoy

Windows 8.1, atteso a lungo e finalmente disponibile in italiano


Sappiamo bene dopo averlo testato e stressato sui nostri computer che con Windows 8 la Microsoft ha fatto un passo in parte rischioso, cercando di coniugare in un unico sistema operativo controlli tattili per computer di ultima generazione e quelli più tradizionali. L’equilibrio non è stato facile da raggiungere ma adesso ottiene un grande aiuto dall’aggiornamento a Windows 8.1, un incremento dell’ultimo sistema operativo di Redmond che lo migliora e aggiunge delle funzioni: dalla scorsa settimana è disponibile per il download e l’installazione anche nella versione italiana!

L’interfaccia è la prima novità che si nota: ritorna infatti il pulsante “Start“, assenza di cui in molti si sono lamentati, ma con funzioni leggermente differenti perché non porta più ad un semplice menu, ma alla gestione centrale della macchina.
Una modifica richiesta a gran voce dagli utenti è poi stata effettuata: ora si può settare l’avvio del sistema operativo con approdo diretto al classico desktop, senza forzatamente passare per l’interfaccia moderna.

Windows 8.1 è un aggiornamento più che necessario perché adesso attenua il confine tra i dispositivi mobili-touch e quelli desktop: l’operazione touch ormai non è più una spiazzante novità ma è diventata ordinaria, eppure la modalità desktop mantiene una sua profonda ragione di esistere.
Con Windows 8.1 si è riusciti a farle coesistere in maniera ancora più armoniosa, grazie soprattutto ad una più ampia possibilità di personalizzazione, con rapidissimo passaggio da un ambiente all’altro.
In Windows 8 c’erano insomma delle piccole lacune: con 8.1 Microsoft punta a recuperare chi se ne era allontanato ed anche a conquistare gli scettici iniziali.

Share and Enjoy

Ad aprile 2014 sospesa ogni assistenza su Windows XP

Si sta definitivamente per chiudere un’era in fatto di sistemi operativi, quella iniziata nel 2001 con il debutto di Windows XP.

Oggi, ben 12 anni dopo, XP risulta ancora montato sul 40% dei PC in tutto il mondo, una percentuale enorme se si considera che nel frattempo Windows ha lanciato Vista, Windows 7 e di recente Windows 8 (cui presto si aggiungerà, come abbiamo già annunciato, Windows Blue); le macchine su cui gira ancora XP dal prossimo anno saranno esposte a rischi di sicurezza a dir poco rilevanti.

A partire da aprile 2014 infatti Microsoft sospenderà ogni tipo di supporto, aggiornamento o protezione per XP, offrendo eventualmente solo un servizio di assistenza a pagamento ad un prezzo talmente elevato da scoraggiare qualsiasi azienda, invogliandola quindi al passaggio ormai obbligato ed inevitabile almeno a Windows 7.
Continuare ad utilizzare XP sarà quindi non solo rischioso, ma anche controproducente, ed è certo che nei prossimi mesi la percentuale di PC “mossi” da Windows 7, attualmente il 47%, andrà ad aumentare stabilendo di fatto la conclusione dell’era XP.

Share and Enjoy

Windows 8.1 ripristina l’avvio desktop

Windows 8 ha debuttato già da qualche mese, ma Microsoft non ha certo interrotto il suo lavoro di ricerca e sviluppo sul nuovo sistema operativo.

È infatti in arrivo un aggiornamento alla versione 8.1, che prevede una importante novità introdotta proprio a seguito di richieste insistenti da parte della comunità di utenti in merito alla interfaccia Metro, attualmente settata come default di avvio e da cui si può effettuare lo switch alla tradizionale modalità “desktop”.
In 8.1 sarà possibile avviare il sistema direttamente in modalità scrivania, una “cara vecchia” interfaccia che non tutti gli utenti sono pronti ad abbandonare.

Si tratta per certi versi di un dietrofront da parte dell’azienda di Redmond, che ha dovuto ripristinare il pulsante Start richiesto a gran voce da molti utenti, per forza di abitudine forse.
Altre novità riguardano l’aggiunta di nuove app di sistema, e l’aggiornamento di quelle principali.
La versione Build di Windows 8.1, che ha ancora il nome in codice Blue, sarà presentata a giugno mentre poco dopo l’estate arriverà la versione RTM.

Share and Enjoy

Ciao Hotmail, arriva Outlook.com

La preview di Outlook.com

La preview di Outlook.com

Uno dei nomi che ci accompagnano sin da quando internet ha iniziato a diffondersi più rapidamente sta per andare in pensione. Stiamo parlando di Hotmail, che nato nel 1996 vedrà presto il suo dominio sostituito da quello Outlook.com.

Microsoft intende così inviare un segnale forte, quello di una totale reinvenzione anche del servizio di posta elettronica, ad includere molte funzioni sulla stessa linea della rivoluzione in arrivo con Windows 8.
Outlook.com infatti integrerà mail, status degli amici, chat o chiamate dalla lista contatti che l’utente sceglierà di importare dai suoi social network, ed aggiungerà tramite App gratuite anche funzionalità di Office.
Molto prevedibile anche l’integrazioen con Skype che arriverà in un secondo momento, il che giustifica anche l’acquisizione del programma di videochiamate da parte dell’azienda di Redmond.

Outlook.com in definitiva diventerà un autentico nodo per tutte le comunicazioni ed i contenuti personali, in linea con la nuova interfaccia Metro che inizieremo a scoprire da ottobre col lancio del nuovo sistema operativo.
L’accesso è garantito con le credenziali sempre usate, ma quella attualmente visibile è solo una preview: Outlook.com si dimostrerà di grande efficienza, nel panorama del web 2.0, e la nostalgia degli “aficionadosHotmail siamo certi si attenuerà una volta scoperte tutte le innovative funzionalità del suo successore.

Share and Enjoy

Forse a…momenti l’ultima preview di Windows 8

In casa Microsoft stanno decisamente stringendo i tempi per il lancio di Windows 8, previsto poco dopo l’estate. L’ultima preview, infatti, è prevista per l’inizio di giugno, presumibilmente molto simile a quella definitiva, ed in tanti attendono con ansia la pubblicazione del link per il download di questa versione.

Ci saranno delle novità incluse, tra cui il Windows Drive Kit 8 attraverso il quale chi realizza l’hardware potrà creare anche i relativi indispensabili driver; ed il Visual Studio 2012, la piattaforma attraverso cui si potranno sviluppare applicazioni dedicate a Windows.
Un’altra importante novità è quella che riguarda la sequenza di avvio, che con i suoi soli 7 secondi non consente di accedere al BIOS durante il boot con le usuali procedure (tasto F8 o tasto Canc). Sarà quindi presente uno speciale menu che permetterà agli utenti l’avvio da una periferica USB differente oppure la modifica dei parametri BIOS.

Windows 8 sarà l’inizio di una nuova era in casa Microsoft, perchè non si limita al mondo dei PC ma si propone come risorsa anche per tutti gli utenti del mobile.
Un’indiscrezione in realtà vorrebbe che già nella giornata di oggi comparisse il link per il download: è infatti comparso, per poche ore, un post su un blog ufficiale del gruppo Microsoft, a firma del Vice Presidente Chuck Chan, che annunciava la sorpresa già per oggi.
Il post ora è sparito, staremo a vedere.

Share and Enjoy

Da Microsoft a maggio 7 nuove Patch importanti

Durante il mese di maggio Microsoft ha confermato il ritmo di aggiornamenti relativo a Windows 7, introducendo un pacchetto di update composto da 3 patch di livello critico, quello massimo nella scala Microsoft, riguardanti Word, Office, Windows, .NET Framework e Silverlight.

Le vulnerabilità in questione riguardano il rischio di un attacco dall’esterno che può eseguire codice malevolo da remoto, pertanto l’installazione deve essere effettuata con la massima urgenza da tutti gli utenti Windows 7 attraverso lo strumento di Update.
Altre 4 patch riguardanti Office, Visio Viewer 2010, il protocollo TCP/IP e Windows Partition Manager sono invece ritenute importanti, specie per il rischio scalata dei privilegi di amministrazione.
Queste patch, e specialmente la numero 34, vanno a risolvere pericoli concreti già in atto che riguardano nello specifico il famigerato malware Duqu.

Dopo queste patch, Microsoft ha annunciato un nuovo aggiornamento per il 12 giugno.

Share and Enjoy

Microsoft resterà leader del mercato

Microsoft non si trova in una fase di stallo economico, come sostengono in molti a causa degli attacchi che sta subendo su più fronti: il report di 44 pagine pubblicato da bernstein Research dimostra con previsioni a lungo termine come minacce come i tablet, gli altri sistemi operativi o il cloud computing non possano mettere in discussione la posizione di primo piano del colosso di Redmond.

Tuttavia, sembra che Microsoft voglia affrontare l’offensiva sul piano dei tablet proprio con il nuovo sistema operativo Windows 8, che potrebbe insidiare Android e Ios specie se molte applicazioni migreranno verso la nuova piattaforma.
Va però tenuto presente che i tablet non sono da considerarsi un vero avversario dei PC, in quanto la maggior parte dei 200 milioni di unità vendute che si prevedono per il 2014,  andrà ad affiancarsi alla tecnologia tradizionale e non sarà ad essa alternativa.

Share and Enjoy

100 patch tonde nel 2011 per Microsoft

gennaio 3, 2012 da · Lascia un commento
Articolo in: Articoli, Ultime News 

In data 29 dicembre Microsoft ha fatto cifra tonda per quanto riguarda le patch di aggiornamento, rilasciando la numero 100 che ha risolto un problema di vulnerabilità su Microsoft .NET Framework; la minaccia è sembrata abbastanza concreta agli ingegneri di redmond tanto da anticiparne il rilascio, inizialmente previsto per il 2012.

Si tratta quindi di una patch critica, per cui si consiglia l’installazione immediata, mentre il primo bollettino di sicurezza per il 2012 è previsto per il 10 gennaio.

Share and Enjoy

Uno standard XMPP per Windows Live Messenger

Microsoft ha annunciato sul suo blog ufficiale l’integrazione di uno standard aperto XMPP, noto anche con il nome di Jabber, in Windows Live Messenger.

Tale protocollo, già utilizzato da altri client di Instant Messaging come Google Talk e Yahoo Messenger oltre a Skype – quest’ultimo in connessione con la chat di Facebook – la cui recente acquisizione da parte di Microsoft lascia presagire una fusione dei due client per giungere così ad un unico standard per tutti i servizi di messaggistica istantanea.
L’integrazione di XMPP (eXtensible Messaging and Presence Protocol) permetterà quindi di utilizzare solo un sowtware per poter comunicare con tutti gli amici che utilizzano servizi differenti, e Live Messenger potrà funzionare indifferentemente su qualsiasi piattaforma hardware, dai PC agli iPhone passando per i tablet ed i BlackBerry, naturalmente con qualsiasi sistema operativo.

In definitiva, un unico Windows Live ID sarà sufficiente per comunicare con tutti gli amici indipendentemente dal software da loro utilizzato.

Share and Enjoy

Pagina successiva »

  • CALENDARIO

    settembre 2019
    L M M G V S D
    « nov «-»  
     1
    2345678
    9101112131415
    16171819202122
    23242526272829
    30