Le novità di Mozilla Firefox per il 2012

marzo 20, 2012 da · Lascia un commento
Articolo in: Articoli, Browser, Ultime News 

Da pochi giorni la Fondazione Mozilla ha rilasciato la versione 11 del browser Firefox, e sembra il momento giusto per fare dei bilanci su quello che è stato il 2011 per questo browser, che ha iniziato proprio nello scorso anno a rilasciare aggiornamenti sempre più di frequente, così da poter intervenire in tempi rapidissimi sulle correzioni di vulnerabilità, e garantire subito la fruizione delle nuove funzionalità realizzate.

Le prestazioni di Firefox 11 sono da valutare in base a numeri, come sempre: 7 volte più veloce rispetto alla versione 3.6, usa il 50% di memoria in meno. Non male, diremmo.
Ma la principale novità è rappresentata dalla funzione Do Not Track, per impedire il tracciamento da parte dei grandi advertiser, ed essere così eslusi dalla pubblicità mirata.

Per l’anno in corso, invece, Mozilla ha già in cantiere alcune novità, come la risoluzione delle compatibilità Add-on, e la possibilità di sincronizzarli alla stregua degli altri dati esportabili come segnalibri o cronologia.
Infine, a partire dalla versione 13,  successivi aggiornamenti verranno silenziosamente installati in background, senza interruzioni né necessità di riavviare il browser.

Share and Enjoy

Mozilla Elabora Firefox anche per tablet

febbraio 14, 2012 da · Lascia un commento
Articolo in: Articoli, Browser, Ultime News 

La principale novità del 2012 in fatto di software sarà molto probabilmente Windows 8, che rivoluzionerà molto dell’attuale modo di navigare ed esplorare risorse anche in virtù dell’interfaccia Metro, appositamente pensata e creata per gli smartphone e i tablet con il conseguente tentativo da parte di Microsoft di rendere sempre più sottile la differenza tra desktop e dispositivi mobili.

Consapevole di questa rivoluzione, anche la Fondazione Mozilla ha deciso di svluppare una versione beta del suo browser Firefox che possa girare su Metro.
Sarà perfettamente integrata con l’interazione touch e naturalmente messa in relazione col resto della piattaforma grazie agli strumenti di Windows 8, ma la Fondazione ci ha tenuto a precisare che la versione tradizionale con interfaccia desktop non verrà di certo trascurata.
Questa versione di Firefox sancirà l’esordio del browser sul terreno dei portable devices, che fino ad ora era stato leggermente ostacolato da alcune imposizioni di Apple e Microsoft sui rispettivi sistemi operativi dedicati, e da problemi di adattamento su Android.
Si prefigura quindi un anno abbastanza denso di impegni per il panda rosso, tra nuove release e la continua ricerca di un web il più possibile libero, dove la scelta di questo o quel sistema operativo non sia pregiudiziale all’uso di qualsivoglia applicazione.

Share and Enjoy

Firefox-Google: rinnovato l’accordo!

 

Nei giorni scorsi il blog della Napoliweb ha riportato la notizia delle presunte difficoltà del browser di Mozilla, a causa del sorpasso subito da parte di Chrome e della scadenza dell’acordo economico stipulato proprio con Google.
Due eventi quasi in contemporanea che sembravano profilare all’orizzonte un futuro non del tutto roseo per la Fondazione Mozilla, anche se era sempre in piedi la possibilità di stipulare un nuovo accordo con una Microsoft naturalmente alla finestra.

Tutte le voci sono però venute a cadere quando si è diffusa la notizia del rinnovo dell’accordo dopo lunghe trattative. La partnership andrà avanti per altri 3 anni, con Mozilla che beneficerà del denaro di Google (molto denaro, sostengono voci ben informate: si parla di 300 milioni di dollari annui) e il motore di ricerca principe che invece continuerà a restare quello predefinito su Firefox e naturalmente ad arricchirsi dell query di ricerca provenienti dal browser.
Con questo nuovo accordo, il “panda rosso” va a triplicare gli introiti annui per la fondazione Mozilla, che si garantisce risorse per lo sviluppo dei propri prodotti – e forse non a caso in questi giorni è stato reso disponibile il nuovo Firefox 9, con sostanziali modifiche durante l’esecuzione di codice JavaScript.

A quanto pare, l’opzione di default per il motore di ricerca incorporato nel browser continua ad avere un valore elevatissimo, e la forte concorrenza scatenata contro Google da Bing e Yahoo ha giocato un ruolo fondamentale nell’innalzamento dei termini economici dell’accordo.
In definitiva, chi è affezionato alla volpe di fuoco potrà dormire sonno tranquilli e continuare ad affidarsi al simpatico animaletto informatico per le sue navigazioni.

Share and Enjoy

Firefox in difficoltà: il sorpasso di Chrome


Negli ultimi giorni Firefox, il browser che ha osato sfidare Explorer, ha subito due grossi colpi: il primo, sintomatico, è stato il sorpasso, basato su dati StatCounter, da parte di Chrome nei confronti del browser della fondazione Mozilla.

Il browser di Google si è infatti attestato sul 25,7% contro il 25,23% della “volpe di fuoco“, e si è lanciato all’inseguimento del dominatore tra i browser, IE, saldo sul 40,64%. Questi sono solo i numeri di una autentica “browser war” in corso, ma per una curiosa coincidenza il sorpasso è avvenuto proprio nei giorni in cui è scaduto un accordo economico stipulato da Firefox con Google, accordo che rappresentava l’84% delle sue entrate.
Tale partnership è ciò che ha sempre consentito il continuo sviluppo e la crescita di Firefox, ed era basata proprio sulle ricerche effettuate attraverso il browser.

Nulla è trapelato circa un eventuale rinnovo, il che non lascia presagire una semplice risoluzione delle trattative, ma la sensazione è che Google possa aver perso interesse a sostenere un browser – ormai minoritario rispetto a quello “della casa” – che non è quindi più utile nella sfida congiunta ad Explorer.
Chrome sta continuando a crescere, Internet Explorer resta il leader del settore e potrà presto farsi forte del lancio di Windows 8.
Lo scenario che si apre è pertanto dei più imprevedibili: una poco auspicabile scomparsa di Firefox consegnerebbe il web ai due golossi Microsoft e Grande G, ma la Microsoft potrebbe paradossalmente decidere di affiancare la fondazione Mozilla proprio per contrastare l’ascesa di Chrome.
Nulla è scontato a questo punto: Firefox potrebbe ad esempio integrare il motore di ricerca Bing per garantirsi risorse e consegnare nuove quote di mercato a Microsoft, ma al tempo stesso, chi in passato ha scelto Firefox proprio in segno di “rottura” con la Microsoft potrebbe non essere contento di trovarsi il nemico in casa.

Queste sono naturalmente solo ipotesi, nulla si potrà realmente capire prima di una comunicazione ufficiale da parte dei due gruppi, la quale genererà senza dubbio un effetto domino di conseguenze sulle quali sarà bene tenere gli occhi aperti.

Share and Enjoy

Internet Explorer 9: beta con hardware acceleration

settembre 29, 2010 da · 2 Comments
Articolo in: Articoli, Browser, Novità sul Web 

Il browser più usato dagli internauti, ma non per questo il migliore, esce con la nuova versione 9 a poca distanza dall’uscita della versione precedente. La versione appena uscita di IE è disponibile per il download in Beta, e per la stragrande maggioranza degli esperti è la migliore mossa che la Microsoft potesse fare negli ultimi anni.

La società di Redmond infatti assicura che IE9 è l’unico browser fra quelli in commercio ad usare appieno la tecnologia “hardaware acceleration”, arrivando addirittura ad affermare che le applicazioni web saranno accelerate anche del 10-20%.

La guerra dei browser è in piena attività ormai; già con la versione 8 microsoft aveva fatto notevoli passi avanti rispetto ai concorrenti, in particolar modo nei confronti di Mozilla Firefox, utilizzando benissimo la suddivisione dei processi per ogni singolo tab aperto grazie ad un core basato integralmente sul javascript, motore (Chakra) che con questa nuova versione è stato ulteriormente velocizzato.

La grafica è ormai quella alla quale tendono tutti i browser, ovvero minimalista e con poco ingrombro sulla barra con poche opzioni da mostrare all’utente, che sarà così meno distratto dalla navigazione.

Infine la novità più apprezzata dagli addetti ai lavori: il download manager.
Questo nuovo download manager sarà finalmente tale da potersi paragonare ai suoi diretti concorrenti, con controlli sui file scaricati in caso di potenziali pericoli.

Tirando le somme possiamo dire che ormai Internet Explorer 9 è senza dubbio un browser alla pari dei suoi concorrenti (Firefox, Chrome, Safari), e che con le sue versione raggiunge ormai il 60% degli utenti contro un 24% di Firefox.

Fonte: Nova da il Sole 24 ore di Giovedì 23 Settembre 2010

Share and Enjoy

« Pagina precedente

  • CALENDARIO

    luglio 2020
    L M M G V S D
    « ott «-»  
     12345
    6789101112
    13141516171819
    20212223242526
    2728293031