Sui tablet si fa largo l’alta risoluzione

ottobre 29, 2013 da · Lascia un commento
Articolo in: Articoli, Hardware, Ultime News 

In questo 2013 abbiamo assistito a grandi e sensibili miglioramenti nel settore dei tablet, che hanno coinciso anche con appetitose politiche low cost.

Le migliorie riguardano soprattutto l’alta risoluzione, un tema comune un po’ a tutti i marchi principali, che ha visto ad esempio la Apple lanciare il suo display retina sia sull’iPad che sulla sua versione mini: con 2048×1536 pixel, la definizione con cui si visualizzano pagine web, immagini e testi è praticamente doppia rispetto al passato.
In realtà altri marchi sono arrivati prima di Apple per quanto riguarda i piccoli dispositivi: Google si è appoggiata ad Asus per il suo Nexus 7 modello HD, e la stessa Asus ha lanciato il MoMo Pad anch’esso HD, a costi decisamente inferiori rispetto a quelli della “mela morsicata“.

Il marchio di Cupertino si pone ancora in posizione privilegiata per la stabilità e l’organizzazione del suo sistema, tuttavia se l’uso di un device è abbastanza standard e senza particolari stress (lettura delle mail, navigazione, anche qualche videogame) l’Asus risponde benissimo alle aspettative anche grazie ad ottime batterie ed un buon Android 4.2.
Pagare circa 200 euro in più per prestazioni non necessarie e finiture più eleganti ci sembra onestamente poco logico.

Per chiudere, scopriamo che anche il Kindle Fire HDX di Amazon viene sfidato sul terreno dell’alta risoluzione dal nuovo Kobo Arc, l’e-reader legato al marchio Mondadori, che abbassa i prezzi e sfodera anch’esso lo schermo HD.
In questa guerra tra tablet una cosa è certa: ne stanno beneficiando soprattutto gli utenti, i quali ottengono prodotti sempre migliori con prezzi che continuano a calare.

Share and Enjoy

La Crisi? Non esiste per i computer!

Se ormai non si fa altro che parlare di crisi, e di come si possa uscire da questa al più presto, ci sono dei settori che non hanno in alcun modo sentito il problema.
L’informatica è uno di questi settori, ed in particolar modo la vendita dei computer.

Addirittura nel secondo trimestre 2010 si è vista una crescita di quasi il 20% rispetto all’anno precedente!

Seppure questi dati possano essere molto rassicuranti, per verificare effettivamente quanto i computer abbiano resistito all’impatto della crisi, bisognerà aspettare la fine dell’anno. L’anno scorso infatti si è andati molto bene rispetto a quanto fatto nel secondo trimestre 2009, pertanto bisognerà paragonare i risultati ottenuti nella seconda metà del 2009 (che erano molto buoni) a quelli che si faranno da adesso in poi.

Il primato per le vendite di computer nel 2010 spetta ad Acer che ha superato Hp, e distanziato di molto la Dell e ASUS, che però sono anch’esse cresciute di circa il 10%. Per quanto riguarda la Apple, anche se le crescite sono aumentate, ancora non è entrata a far parte delle 5 case principali, restano dietro anche alla Toshiba.

Fonte: Nova de il Sole 24 ore di Giovedì 2 Settembre 2010

Share and Enjoy

  • CALENDARIO

    luglio 2022
    L M M G V S D
    « mag «-»  
     123
    45678910
    11121314151617
    18192021222324
    25262728293031